FisioKinesiterapia


Per Fisiokinesiterapia si intende un complesso di esercizi e di movimento terapeutico attivo, passivo o assistito volti a riabilitare uno o più distretti corporei.

I metodi di approccio sono molteplici a seconda dell’entità del problema in essere.

Rieducare alla funzione un arto oppure una sola articolazione è prerogativa di questo strumento terapeutico.

La molteplicità di metodologie fisiokinesiterapiche permette al fisioterapista di potersi maggiormente specializzare sul campo neurologico piuttosto che ortopedico oppure cardiorespiratorio.

Questa branca della scienza riabilitativa è in continua evoluzione proprio grazie all’esperienza maturata dagli studi e dalla pratica degli ultimi 50 anni.

A prescindere dal metodo utilizzato per questo o quel problema neuromotorio o neurosensoriale la cui discrezionalità spetta al team riabilitativo, la fisiokinesiterapia è lo strumento elettivo a permettere la ripresa della funzionalità muscolo-articolare.

Ma per comprendere quali siano le differenze tra il movimento fine a se stesso e la Fisiokinesiterapia va distinta l’opera di prevenzione e cura che quest’ultima favorisce attraverso l’esecuzione di posture corrette in statica e dinamica ed al lavoro di rinforzo muscolare selettivo nei vari distretti corporei.

Ecco perché gli esercizi fatti a caso non servono e portano spesso ad un aggravio del problema esistente.