LINFODRENAGGIO

 

Il Linfodrenaggio manuale o Massoterapia linfodrenante può essere impiegato sia ad uso terapeutico negli esiti di intervento di asportazione linfonodale ascellare/inguinale  dovuto  ad insorgenza tumorale sia per problemi di tipo estetico/patologico  quali gli stati di gonfiore agli arti inferiori spesso dovuti a ritenzione idrica in eccesso e ad affaticamento che favoriscono la stratificazione adiposa quindi l’insorgenza di inestetismi patologici correlati quali la cellulite 

Esistono diversi metodi di applicazione della tecnica linfodrenante che si prefigge in primo luogo di migliorare il deflusso del liquido linfatico in eccesso attraverso delle manovre delicate in senso circolare e pressorio sulla cute trattata.

Il trattamento necessita l’osservanza di alcune regole fondamentali: 

- operare daprima nelle zone più prossimali per favorire lo svuotamento di liquidi e solo successivamente in quelle distali, questo per permettere un miglior deflusso  del linfa accumulatosi distalmente

- valutare l’opportunità di esercitare pressioni cutanee minori/maggiori osservando la qualità del tono tissutale se trofico o ipotrofico

- nel caso di dolore riferito dal paziente durante il trattamento è necessario diminuire subito l’intensità della pressione sulla cute esercitata dalle mani del terapista

      - in caso di arrossamenti significa che la pressione esercitata è stata eccessiva